Tags

Condividi

viaggi nelle storie

Il primo appuntamento dell’anno con il documentario è dedicato, martedì 14, al lavoro di Giorgia Lorenzato e Manuel Zarpellon, che incontreranno il pubblico in sala. Si prosegue poi martedì 21 con il nuovo film di Gianfranco Pannone, che parteciperà alla serata, per chiudere il programma di gennaio martedì 28 con Divina di Alberto Castiglione, che incontrerà il publico insieme ad Alessandro Rais, direttore di Sicilia Film Commission.

 

 

Manuel Zarpellon/Giorgia Lorenzato
Fucilateli

(I 2019, 73’)

Il documentario racconta la vicenda, piena di ombre e di incertezze, delle centinaia di fucilazioni fra il 1915 e il 1919. Con particolare attenzione a quelle avvenute nei mesi successivi alla disfatta di Caporetto ma non solo. A condurre per mano in questo viaggio nella storia saranno la voce narrante di Stefano Amadio (giornalista, regista, autore), le lucide parole del prof. Marco Mondini (Università degli Studi di Padova) e le dichiarazioni del Procuratore Militare Dottor Marco De Paolis, della Dottoressa Irene Guerrini e del Dottor Marco Pluviano, tra i massimi esperti in campo di pena capitale durante il Primo Conflitto.

Martedì 14 gennaio, h.21.00 - Sala Rondolino. Intervengono i registi

 

Gianfranco Pannone
Scherza con i fanti
(I 2019, 72’, col.)

Dopo il viaggio avventuroso nel mondo della credenza religiosa di ‘Lascia stare i santi’, la coppia creativa tra cinema e musica composta da Gianfranco Pannone e Ambrogio Sparagna torna a scandagliare un campo vasto ma spesso dimenticato della nostra identità culturale. Italiani brava gente? Discutibile. Ma certo il nostro non è mai stato un popolo realmente guerriero, anche perché la millenaria storia del Paese ha visto fin troppe guerre, violenze, invasioni. Partendo da questa particolare condizione storica, Scherza con i fanti vuole essere un viaggio tragicomico nella recente storia d’Italia, e insieme un canto per la pace.

Martedì 21 gennaio, h.21.00 - Sala Rondolino. Al termine della proiezione incontro con Gianfranco Pannone

 

Alberto Castiglione
Divina
(I 2019, 90’, col.)

Divina è un film sulla poesia di cui la vita è piena se soltanto sappiamo individuarla: sullo sfondo, la riflessione profonda sul tempo che passa. La protagonista del film, Rosalba Revi detta la “Divina” (un omaggio ad uno dei suoi miti, Wanda Osiris) è una ex attrice, oggi settantenne, del teatro nazionale, ormai ritiratasi, nel momento di maggior successo, nella sua città natale, Palermo. Ricostruendosi in qualche modo quel tessuto sociale che di fatto per oltre cinquant’anni le è mancato, conduce una esistenza assolutamente normale ma in cui la sua arte è messa a disposizione degli ultimi, degli emarginati. Le vicende della sua vita personale si intrecciano al lavoro di una piccola troupe televisiva che sta realizzando un documentario sul teatro di una volta a Palermo.

Martedì 28 gennaio, h.21.00 - Sala Rondolino. Al termine della proiezione incontro con Alberto Castiglione.