Tags

Condividi

Arto fantasma vs. Za-la-Mort

Der Traum der Za-la-Vie è l’ultimo film realizzato dal torinese Emilio Ghione per la maschera di Za- la-Mort, figura di apache gentiluomo che Ghione sviluppò serialmente con grandissimo successo lungo un quindicennio. Il film è una produzione tedesca del 1924 con un cast internazionale (tra cui la diva americana Fern Andra) e costituisce una summa dei temi e dei motivi della saga di Za-la-Mort, qui al centro di una congiura criminale.

La sonorizzazione, a opera di Andrea Valle ed eseguita dagli Arto fantasma, sottolinea, attraverso l’uso di un ensemble particolare e spostato verso il grave, i temi del mistero, dell’avventura e del sogno.
Arto fantasma è composto da Enrico Degani (chitarra elettrica), Dario Bruna (batteria), Simone Garino (sax baritono), Federico Marchesano (contrabbasso), Christian Schmitz (pianoforte preparato), Andrea Valle (basso elettrico e composizione), Carlo Barbagallo (sound)

 

Emilio Ghione
Za-la-Mort. L’incubo di Za-la-Vie (Za-la-Mort – Der Traum der Za-la-Vie)
(Germania 1924, 35mm, b/n, 116’)

Za-la-Mort, fuggito di prigione, è determinato a vendicarsi della malvagia Perla e del suo complice, il cinese Hatsuma. Travestitosi da maharaja, attira la perfida donna nel suo palazzo e la affronta, ma non riesce a catturarla. Tuttavia, riuscirà a strappare una confessione a Hatsuma e a ricongiungersi con l’amata Za-la-Vie, che aveva perso la memoria in seguito ad una ferita alla testa procuratale dalla stessa Perla. Copia restaurata dalla Cineteca di Bologna.

Lun 3, h. 21.00 – Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria qui - Introducono Denis Lotti e Silvio Alovisio

za la mort