Tags

Condividi

Cinema in vestaglia

Anche quest’anno, Archivio Nazionale Cinema Impresa, Museo Nazionale del Cinema, Fashion Film Festival Milano e Centro di documentazione della Camera del lavoro di Biella, in collaborazione con CSC-Cineteca Nazionale presentano una serata speciale che vedrà alternarsi caroselli, film d’impresa, fashion film e grande cinema per confermare una relazione, quella tra cinema e moda, che dura da sempre. Saranno in programma, infatti, i caroselli Marzotto e Chatillon, una selezione dei film premiati al Fashion Film Festival Milano e la copia restaurata di Una giornata particolare di Ettore Scola (1977, DCP, 106’, b/n).

Trama, immagine, stoffa: sono le parole che il cinema condivide con la moda quando vuole raccontarsi e raccontare miti, storia, linguaggi. La trama è ciò che da sempre ci tiene legati alla narrazione. Lo stesso vale per l’immagine che, nel cinema come nella moda, è il linguaggio comune che deve riuscire a tenere insieme chi realizza e chi guarda. Dietro lo schermo, in entrambi i casi, si nasconde un dispositivo complesso e raffinato che rende possibile ciò che si mette in mostra. Il cinema è dunque moda perché i suoi protagonisti, gli attori, le star che hanno stoffa, sono sempre monaci fatti dall’abito, personaggi che indossano i costumi come parte visibile della loro personalità narrativa. Lo sa bene Scola, che nel 1977 disegna per il costumista Enrico Sabbatini, la famosa vestaglia indossata da Sophia Loren in Una giornata particolare, recentemente acquistata dal Museo. Il cinema serve anche a far vedere la moda, non soltanto rilanciandone le tendenze, ma anche mostrando, grazie ai film industriali e pubblicitari, che cosa c’è dietro, in un percorso che va dalla “réclame” degli anni ‘50 ai fashion movies ideati per il web.

Lun 25, h. 21.00, sala Rondolino – ingresso euro 7,50/5,00

Presentano Constanza Cavalli Etro, Luigi Spina, Elena Testa e Sergio Toffetti