Climax

Dopo il sold out registrato alla serata d’apertura dell’ultima edizione, il TOHorror Film Fest inaugura la sua programmazione mensile dopo-festival riproponendo Climax di Gaspar Noé, per il primo di una serie di appuntamenti che si snoderanno da dicembre a luglio in diverse location, in un percorso di avvicinamento alla XIX edizione. Il pluripremiato film di Noé sintetizza bene intenzioni e spirito del TOHorror, la tensione costante a oltrepassare le gabbie del cinema di genere per arrivare a una proposta capace di (ri)mettere in discussione temi, stili, idee, avendo l’horror e il fantastico come bussola anziché come approdo. L’ultima fatica del controverso regista franco-argentino, nonostante un’accoglienza mai così favorevole in quanto a riconoscimenti ufficiali, si presta perfettamente allo scopo, sfuggendo alle definizioni e fornendo ancora una volta ampio materiale di dibattito.

 

Gaspar Noé
Climax
(Francia 2018, 95’, DCP, col., v.o. sott. it.)

Una compagnia di street dancer si trova in un locale isolato per le prove del nuovo spettacolo. Al termine, ciò che doveva essere un momento di festa si trasforma in un incubo collettivo per colpa di una sangria alterata con LSD. Gaspar Noé aggiunge carne al fuoco della propria estetica e delle questioni filosofiche che da sempre attraversano il suo cinema, smagliando le strutture del musical e del whodunit, sfiorando l’horror e il drug-movie,  fra i virtuosismi fotografici di Benoît Debie e una colonna sonora che spazia nell’elettronica di Aphex Twin, Gary Numan e Daft Punk.

Sab 15, h. 21.00 – Ingresso euro 7,50/5,00