Tags

Condividi

Continuità e trasformazione

Il sentimento di identità si consolida e a volte si trasforma articolandosi nel tempo e nelle vicissitudini della vita. Cosa c’è, cosa cambia e cosa rimane inalterato in ognuno di noi? In quali forme e direzioni? La rassegna proposta dal Centro Torinese di Psicoanalisi in collaborazione con  il Museo del Cinema per l’anno 2019 intende proporre stimoli di riflessione su un tema inesauribile reso più che mai attuale dall’accelerazione dei tempi odierni. Ogni film verrà introdotto da un esperto di cinema e commentato da uno psicoanalista.

 

 

Robert Mulligan
Il buio oltre la siepe (To Kill a Mockingbird)

(Usa 1962, 129’, Hd, b/n, v.o. sott. it.)

Alabama, 1932. Atticus Finch, avvocato progressista, difende e dimostra l’innocenza di Tom Robinson, giovane nero accusato di aver stuprato una ragazza bianca. La giuria, però, non ne tiene conto e lo condanna. Il padre della ragazza cerca di vendicarsi dell’avvocato, aggredendo i suoi figli, ma è a sua volta ucciso dal vicino di casa dei Finch. Dal romanzo d’esordio di Harper Lee. Premio Oscar per l’interpretazione a Gregory Peck.

Mer 13, h. 21.00 – Il film è introdotto da Rosamaria Di Frenna