Tags

Condividi

Dal muto al sonoro

Termina a febbraio il programma di classici che il Museo e il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Torino propongono ogni anno, legato agli insegnamenti di cinema. Un percorso a ritroso per approfondire il linguaggio cinematografico nelle diverse fasi e nei diversi tempi. Ingresso a 3 euro per gli studenti universitari. Tutti i film sono introdotti dal prof. Giaime Alonge.

Nel programma di Histoire(s) du cinéma anche la proiezione di Greed di Eric von Stroheim il 12 febbraio, con accompagnamento musicale dal vivo (vedi scheda pag. 6).

 

Elia Kazan
Fronte del porto

(Usa 1954, 108’, HD, b/n, v.o. sott. it.)

Terry Malloy, scaricatore di porto ed ex pugile, ha per fratello il pezzo grosso di una gang che controlla il sindacato dei portuali di New York. Una faticosa crisi di coscienza lo spinge a testimoniare contro la sua corruzione criminale. Film nero – girato per intero a New York, quasi sempre in esterni – con forti implicazioni sociali, sottintesi etici, risvolti politici e accensioni melodrammatiche. La proiezione si inserisce nel quadro di Retroscena, ciclo di incontri curato dal Teatro Stabile di Torino che, dal 4 al 16 febbraio, propone al Carignano uno spettacolo di e con Alessandro Gassmann basato sul film di Kazan.

Mer 5, h. 18.00