Tags

Condividi

Sala Rondolino

A partire da fine agosto, la Rondolino è diventata una sala di multiprogrammazione curata direttamente dal Museo e dedicata al cinema contemporaneo che, per molte ragioni, fatica a trovare la strada del grande schermo.

 

 

Sam Mendes
1917

(Usa/Gb 2019, 119’, v.o. sott.it.)

La guerra è sporca, dura, estrema, la guerra è fatta di regole e se non vengono rispettate può succedere che qualcuno muoia, o addirittura che si vada incontro a un massacro e a perdere la vita siano più di 1600 soldati. 1917, il nuovo film di Sam Mendes, è proprio questo che racconta, la guerra con la sua crudeltà, il suo tempo prezioso e l’ingiustizia dell’essere giovani.


Mercoledì 19 febbraio, h. 21.00
Giovedì 20 e Venerdì 21 febbraio, h. 21.00

 

Kantemir Balagov
Tesnota

(Ru 2017, 118’, v.o. sott.it.)

1998. Nalchik, Caucaso. Una coppia di giovani fidanzati ebrei viene rapita e la richiesta economica per il riscatto è molto elevata. Entrambe le famiglie si rivolgono alla comunità ma la situazione si rivela più complicata del previsto. Ilana, la sorella del rapito, è la persona che maggiormente avverte su di sé le tensioni familiari e sociali.


Mercoledì 19 febbraio, h. 16.00/18.30
Giovedì 20 e Venerdì 21 febbraio, h. 16.00/18.30

 

Gianni Di Gregorio
Lontano lontano

(I/F 2020, 90’)

Giorgetto e il professore sono amici da sempre. Tra un bicchiere di vino (bianco) e una passeggiata a Trastevere discutono della pensione che non basta mai e che probabilmente dovrebbero spendere altrove, in un paese straniero in cui la vita costi meno e il ritiro sia più dolce. A loro si aggiunge Attilio che una pensione non ce l’ha ma sopravvive restaurando mobili fuori porta. Dopo aver consultato un ‘esperto’ di pensioni statali all’estero, optano per le Azzorre.

Giovedì 20 febbraio, h. 16.00/18.30/21.00 (sala Cabiria)
Venerdì 21 febbraio, h. 16.00/18.30/21.00
Da Sabato 22 a Lunedì 24 febbraio, h. 16.00/18.30/21.00
Martedì 25 febbraio, h. 16.00/21.00
Mercoledì 26 febbraio, h. 16.00/18.30/21.00