Tags

Condividi

I documentari di Internazionale

Il Museo Nazionale del Cinema e l’Associazione Find The Cure Italia portano a Torino, per il secondo anno consecutivo, la rassegna Mondovisioni, organizzata da CineAgenzia insieme al settimanale «Internazionale», che presenta da oltre dieci anni i più appassionanti e urgenti documentari su attualità, diritti umani e informazione, selezionati dai maggiori festival e proposti in esclusiva per l’Italia. La rassegna ha debuttato all’inizio di ottobre al festival Internazionale a Ferrara e sta adesso circuitando nelle sale di tutta la nostra penisola. Parte dell’incasso sarà devoluto ai progetti di Find The Cure in Africa e India.

 

logo-ftc-wide

 

 

 

 

 

 

 

H2Idit Avrahami/Noam Sheizaf
H2: Occupation Lab
(Israele 2022, 94’, DCP, col., v.o. sott.it.)

H2 è il nome dato alla parte orientale di Hebron, l’unica città palestinese con un insediamento ebraico. Qui, lungo una strada di un chilometro, si trova la sacra Grotta dei Patriarchi, dove ebrei e musulmani credono sia sepolto il loro padre comune, Abramo. Qui ha avuto luogo il massacro del 1929, considerato “anno zero” del conflitto; qui è nato il movimento dei coloni ebraici, e per la prima volta l’esercito ha imposto la politica di segregazione etnica. Attraverso filmati d’archivio e interviste ai comandanti militari e agli abitanti, il film racconta la storia di un luogo che è allo stesso tempo specchio e microcosmo dell’intero conflitto.

Mar 7, h. 20.30

 

 

 

Robin-Bank_poster-300x420Anna Giralt Gris
Robin Bank
(Spagna/Germania 2022, 79’, DCP, col., v.o. sott.it.)

L’incredibile storia di Enric Duran, attivista catalano, passato per il G8 di Genova, che ha contratto prestiti per mezzo milione di euro, senza intenzione di restituirli. Con il denaro ha finanziato progetti sociali, per denunciare il sistema bancario. Rischiando il carcere, Duran è fuggito nel 2013, ma resta attivo nei movimenti clandestini di disobbedienza economica. Le sue azioni hanno destato scalpore e lo hanno trasformato in un eroe anti-globalizzazione. Tra le persone che ha ispirato c’è Anna Giralt Gris, che decide di cercarlo per raccontare la sua storia.

Mar 21, h. 20.30 – Introduzione a cura di Nadia Lambiase, Alberto Pagliarino e Paolo Piacenza, soci fondatori di Pop Economix.