Omaggio a Piero Vivarelli

Primo appuntamento del 2022 targato TOHorror Fantastic Film Fest, realizzato in occasione della mostra dedicata dal Museo Nazionale del Cinema a Diabolik e al film omonimo diretto dai Manetti Bros. Gli anni Sessanta vedono nascere in Italia un’importante generazione di disegnatori che si dedicano al fumetto nero. Oltre a Diabolik, i lettori si appassionano alle imprese di Kriminal e di Satanik. Quest’ultimo, creato da Max Bunker e Magnus, viene portato al cinema nel 1968 da uno dei maestri del cinema popolare italiano, Piero Vivarelli. Nello stesso anno Mario Bava realizza invece il suo Diabolik, mentre Umberto Lenzi aveva diretto Kriminal due anni prima.

Per ricordare Vivarelli, il Museo e TOHorror invitano a Torino il figlio Niccolò che, insieme a Fabrizio Laurenti, ha realizzato un bellissimo documentario presentato a Venezia nel 2019. Completa il double bill la proiezione di Satanik nella copia digitale messa a disposizione da Mediaset.

 

Fabrizio Laurenti/Niccolò Vivarelli
Life as a B-Movie: Piero Vivarelli
(Italia 2019, 82′, DCP, b/n e col.)

La vita irrequieta e la filmografia caleidoscopica di Piero Vivarelli, regista di B-Movie italiani di tutti i generi, paroliere di successi musicali, tra cui 24.000 baci di Celentano, e sceneggiatore dello spaghetti western Django, amato da Quentin Tarantino, si intrecciano in questo ritratto di un provocatore rivoluzionario. Spaziando da Urlatori alla sbarra, film musicale con Celentano, Chet Baker e Mina, a film politici come Oggi a Berlino, Vivarelli cavalca l’onda del nuovo. Dà corpo ai fumetti con Satanik e Mister X e mette in scena la rivoluzione sessuale con Il Dio serpente.

Sab 29 h. 18.30 – Introducono il film i registi Fabrizio Laurenti e Niccolò Vivarelli

 

Piero Vivarelli
Satanik
(Italia 1968, 85’, HD, col.)

L’anziana Marnie Bannester lavora come assistente del professor Greeves, un biologo che ha scoperto il modo di restituire bellezza e gioventù agli esseri umani. Per impadronirsi del farmaco, Marnie uccide il professore e, bevuta la pozione, si trasforma in una splendida fanciulla. Assunto il nome di Satanik, la donna incontra un ricco gioielliere, Van Donen, del quale diviene amante. Una sera, durante un incontro con lui, Marnie riprende improvvisamente il suo antico aspetto: l’effetto del filtro ha una durata limitata nel tempo…

Sab 29, h. 21.00