Tags

Condividi

Omaggio al cinema d’animazione tedesco

Il cinema di animazione tedesco ci offre un’immagine sempre poetica e spesso inedita degli ultimi cento anni, dai vivacissimi e inquietanti anni ’20 della repubblica di Weimar fino a questi nostri giorni confusi e dolenti. Quest’anno, per il consueto appuntamento con marionette e pupazzi al cinema, Incanti propone una serata atipica: si rinuncia al lungometraggio in favore di un percorso antologico, un viaggio nel tempo e nella stop motion tedesca. Dai capolavori di Lotte Reiniger, regina indiscussa dell’animazione in silhouette, ai ritagli di carta con cui Oscar Fischinger e Walter Ruttmann diedero vita al cinema musicale astratto di avanguardia; dal porcospino Mecki, diventato una vera e propria icona durane il Nazismo, ai pupazzi animati di Kurt Weiler approdati alla TV nel periodo della DDR; da Balance, piccolo gioiello dei fratelli Lauenstein uscito l’anno del crollo del Muro e subito vincitore di un Premio Oscar, a gemme imperdibili e imprevedibili realizzate dal genio di giovani autori contemporanei. La serata è organizzata in collaborazione con Museo Nazionale del Cinema, ASIFA e Goethe Institut Turin.

Mar 11, h. 20.30 – Introduce la proiezione Andrea Pagliardi

Ruttmann opus II