Tags

Condividi

Pagine di storia. Ideali di libertà e giustizia

Il 23 agosto del 1927 a Boston, Massachusetts, Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti vengono giustiziati sulla sedia elettrica con l’accusa di essere anarchici. Nonostante le manifestazioni sorte in tutto il mondo in difesa loro e degli ideali di giustizia e libertà che essi rappresentano, la condanna viene eseguita. A questa vicenda, quasi cinquant’anni dopo, Giuliano Montaldo ha dedicato un film e a loro volta, nel 2018, i registi Silvia Giulietti e Giotto Barbieri hanno realizzato un documentario sull’opera di Montaldo.

Giuliano Montaldo
Sacco e  Vanzetti
(Italia 1971, 120’, HD, col.)
Boston 1920. Due italiani, Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti, vengono condannati a morte, l’unica loro colpa essere anarchici. Il mondo intero si ribella, le piazze si riempiono, non sono in gioco solo le vite di due uomini, ma gli ideali che rappresentano. Si alzano milioni di voci in decine di lingue diverse. Chiedono giustizia per Sacco e Vanzetti, ma nulla riesce salvare le loro vite. La canzone del film Here’s to You di Ennio Morricone e Joan Baez diventa simbolo di libertà in tutto il mondo.
Mer 17, h. 16.00/Gio 18, h. 16.00/Mar 23, h. 16.00/Ven 26, h. 16.00

 

Silvia Giulietti/Giotto Barbieri
La morte legale
(Italia 2018, 52’, DCP, col.)
Il restauro del film di Giuliamo Montaldo è l’occasione per raccontare il suo straordinario lavoro. Il regista, infatti, espone le motivazioni di una scelta coraggiosa e rivela l’intero percorso artistico/produttivo. Nel racconto di Montaldo si rivelano i retroscena di un film diventato fondamentale per la storia del cinema italiano e internazionale. Un esempio magistrale di come un capolavoro prenda vita, nonostante le difficoltà.
Dom 14, h. 20.30/Mar 16, h. 16.00/Mar 23, h. 18.15/Ven 26, h. 18.15