Polis e poesia

Tags

Condividi

Polis e poesia

Tre documentari molto diversi tra loro, nella forma e nel soggetto, ma simili negli ideali “politici”, in quanto determinati a riflettere sul mondo di oggi attraverso l’analisi del passato e delle consuetudini che si ripetono negli anni. 
Felice Pesoli
Suole di vento
(Italia 2020, 81’, DCP, col.)

Goffredo Fofi non vuole essere considerato un intellettuale, però ha passato la vita a fondare riviste, scrivere libri, recensire film. Il film racconta il suo instancabile lavoro politico e culturale e i suoi incontri con figure illustri come Elsa Morante, Carmelo Bene, Danilo Dolci, Aldo Capitini, Totò, Luis Buñuel, Ada Gobetti, Raniero Panzieri, Pasolini, Fellini… Persone con cui «è stato bello litigare». Dal profilo di un intellettuale eretico e di un organizzatore culturale, emerge una visione fortemente critica della società italiana, dei meccanismi di potere e delle ingiustizie che la segnano.

Mar 12, h. 21.00 – Il film è introdotto dal regista Felice Pesoli con Steve Della Casa ed Enrico Verra.

 

Frederick Wiseman
City Hall
(Usa 2020, 275’, DCP, col., v.o. sott.it.)

“Ho girato City Hall per dimostrare che è necessario avere un governo se si vuole vivere bene insieme. City Hall ritrae un’amministrazione che offre un’ampia varietà di servizi importanti e necessari in una delle maggiori città americane, la cui popolazione ben rappresenta la storia della diversità̀ degli Stati Uniti. Il governo della città di Boston ha lo scopo di offrire tali servizi, e si impegna a farlo, conformemente alla Costituzione e alle norme democratiche”.

Lun 25, h. 16.00
Sab 30, h. 16.00
Dom 31, h. 16.00

 

Pepe Danquart
Davanti a me il Sud (Vor mir der Suden)
(Germania/Italia 2020, 117’, DCP, col., v.o. sott. it.)

3700 chilometri di coste, una Fiat Millecento e un vecchio diario di viaggio: sono gli ingredienti del documentario di Pepe Danquart in cui si ripercorre l’itinerario seguito da Pier Paolo Pasolini. Pepe Danquart getta uno sguardo profondo sulla realtà sociale dell’Italia di oggi. Un Paese segnato dalla globalizzazione e dal fenomeno del turismo di massa. Un documento poetico dei nostri tempi, un ritratto caleidoscopico dell’Italia di oggi.

Mer 27, h. 21.00