Ritratti

Tags

Condividi

Ritratti

Tre appuntamenti a maggio per la rassegna dedicata al documentario.

 

Presentato l’anno scorso a Locarno, dove ha ricevuto il Pardo d’Oro nel concorso Cineasti del presente, Brotherhood ha appena iniziato il suo percorso nelle sale, conquistando interesse in un anno in cui ricorre il trentesimo anniversario dall’inizio delle guerre nella ex Jugoslavia. Il film, co-prodotto da Nadia Trevisan e Alberto Fasulo per Nefertiti Film, è un’esplorazione intima della transizione dalla giovinezza alla virilità, la ricerca dell’identità, la ricerca dell’amore e di se stessi. Proiezione realizzata in collaborazione con l’Associazione Museo Nazionale del Cinema.

Francesco Montagner
Brotherhood
(Italia/Repubblica Ceca 2021, 97′, DCP, col., v.o. sott.it.)

Jabir, Usama e Uzeir sono tre giovani fratelli bosniaci, nati in una famiglia di pastori. Sono cresciuti all’ombra del padre, Ibrahim, un predicatore islamista severo e radicale. Quando Ibrahim viene condannato a due anni di carcere per terrorismo, i tre fratelli vengono improvvisamente lasciati soli. La temporanea sospensione degli ordini e dei comandamenti del padre cambia drasticamente la loro vita. I fratelli esplorano la loro libertà appena acquisita nel difficile viaggio per diventare uomini.

Lun 16, h. 21.00 – Interviene il regista Francesco Montagner e la giornalista e drammaturga Vesna Šćepanović. Modera Sebastiano Pucciarelli

 

 

In occasione della mostra Vivian Maier Inedita, curata da Anne Morin e organizzata dai Musei Reali con Ares srl nelle Sale Chiablese e supportata da Kering fino al 26 giugno, il Museo Nazionale del Cinema e Ares srl propongono una proiezione speciale del documentario Alla ricerca di Vivian Maier, diretto da John Maloof e Charlie Siskel, già candidato agli Oscar nel 2015. Per l’occasione, il film sarà introdotto dalla curatrice della mostra Anne Morin.

John Maloof/Charlie Siskel
Alla ricerca di Vivian Maier (Finding Vivian Maier)
(Usa 2013, 84’, HD, col., v.o. sott.it.)

Cine-ritratto di Vivian Maier, una delle figure più affascinanti della storia della fotografia del XX secolo, autrice in segreto di oltre centomila scatti, tenuti nascosti per decenni e scoperti per caso solo dopo la sua morte avvenuta nel 2009, all’età di 83 anni. La sua storia privata e professionale viene raccontata attraverso immagini inedite, filmati e interviste. Da New York alla Francia a Chicago, John Maloof e Charlie Siskel indagano il mistero di questa donna, giramondo e fotografa autodidatta: i ricordi discordanti delle famiglie per cui aveva lavorato come bambinaia, il lato oscuro di una donna che in vita aveva scelto di celare sé stessa e la propria arte.

Dom 29, h. 18.15 – Il film è introdotto da Edoardo Accattino, organizzatore e produttore della mostra Vivian Marier Inedita.

 

 

In occasione della pubblicazione del volume Il dolce rumore della vita. Giuseppe Bertolucci tra cinema, teatro, televisione e poesia (ed. Cineteca di Bologna), a cura di Franco Prono e Gabriele Rigola, il Museo Nazionale del Cinema organizza la presentazione del libro e del film Evviva Giuseppe! allegato in dvd al volume.

Stefano Consiglio
Evviva Giuseppe!
(Italia 2017, 90’, DCP, col.)

Un film sulla vita e i tanti talenti di Giuseppe Bertolucci (regista di cinema, teatro e televisione, scrittore, poeta, organizzatore culturale…) raccontato attraverso le voci del padre Attilio e del fratello Bernardo, le testimonianze di amici e colleghi come Lidia Ravera, Mimmo Rafele, Marco Tullio Giordana, Nanni Moretti, i ricordi di alcune tra le sue attrici predilette: Stefania Sandrelli, Laura Morante e Sonia Bergamasco. Con il contributo di Gian Luca Farinelli (Giuseppe è stato presidente della Cineteca di Bologna per oltre dieci anni) e la partecipazione di Fabrizio Gifuni, Emanuele Trevi, Aldo Nove e Roberto Benigni (con un monologo inedito scritto in omaggio all’amico di sempre).

Lun 30, h. 20.30 – Intervengono, oltre ai curatori Franco Prono e Gabriele Rigola, Lucilla Albano, Giulia Carluccio e Stefano Della Casa