Tags

Condividi

Sale Uno e Due

Prosegue la proposta di tre film in prima visione: Suspiria di Luca Guadagnino, Capri-Revolution di Mario Martone e Santiago, Italia di Nanni Moretti.

 

Sala 1

Luca Guadagnino
Suspiria
(Italia/Usa 2018, 152’)
La giovane danzatrice americana Susie Bannion arriva nel 1977 a Berlino per un’audizione presso la compagnia di danza Helena Markos nota in tutto il mondo. Riesce così ad attrarre l’attenzione della famosa coreografa Madame Blanc grazie al suo talento. Quando conquista il ruolo di prima ballerina Olga, che lo era stata fino a quel momento, accusa le dirigenti di essere delle streghe. Man mano che le prove si intensificano per l’avvicinarsi della rappresentazione, Susie e Madame Blanc sviluppano un legame sempre più stretto che va al di là della danza. Nel frattempo un anziano psicoterapeuta cerca di scoprire i lati oscuri della compagnia.

Da Martedì 15 gennaio a Lunedì 21 gennaio, h. 18.00 (versione doppiata)
Martedì 15 e Mercoledì 16 gennaio, h. 21.00 (sala Due, versione originale sottotitolata)
Da Venerdì 18 a Martedì 22 gennaio, h. 21.00 (versione originale sottotitolata)
Giovedì 17 gennaio (sala Tre), h. 21.00 (versione originale sottotitolata)
Mercoledì 23 gennaio (sala Tre), h. 18.00 (versione doppiata)/h. 21.00 (versione originale sottotitolata)

 

 

Sala 2

Mario Martone
Capri-Revolution
(Italia/Francia 2018, 122’)
1914, l’Italia sta per entrare in guerra. Una comune di giovani nordeuropei ha trovato sull’isola di Capri il luogo ideale per la propria ricerca nella vita e nell’arte. Il film, prendendo spunto dall’esperienza della comune che il pittore Karl Diefenbach creò a Capri tra il 1900 e il 1913, narra l’incontro tra Lucia, la comune guidata da Seybu e il giovane medico del paese.

Martedì 15 e Mercoledì 16 gennaio, h. 16.00
Da Giovedì 17 a Domenica 20 gennaio, h. 16.00/21.00

 

 

Nanni Moretti
Santiago, Italia
(Italia 2018, 80′)
Realizzato a partire da immagini d’archivio e da testimonianze, Santiago, Italia racconta i mesi che seguirono il golpe del dittatore che mise fine al sogno democratico di Salvador Allende. Il film mette l’accento sul ruolo encomiabile dell’ambasciata italiana basata a Santiago, che diede rifugio a centinaia di oppositori del regime, permettendogli di raggiungere l’Italia.

Da Martedì 15 a Lunedì 21 gennaio, h. 16.00 (sala Uno)
Da Martedì 15 a Domenica 20 gennaio, h. 18.30 (sala Due)
Martedì 22 gennaio, h. 16.00 (sala Due)
Mercoledì 23 gennaio, h. 16.00 (sala Tre)