Tags

Condividi

Storie del Cinema

Due appuntamenti cher rendono omaggio a due diversi modi di intendere il cinema autoriale, quello dell’attore Ugo Tognazzi e quello dell’autore simbolo della modernità Jean-Luc Godard

In occasione della pubblicazione del libro di Gabriele Rigola Una storia moderna: Ugo Tognazzi. Cinema, cultura e società italiana (Kaplan, Torino, 2018), il DAMS e il CRAD (Centro Ricerche sull’Attore e il Divismo) dell’Università di Torino organizzano venerdì 27 aprile un seminario sulla figura di Ugo Tognazzi. Alle 20:30 si presenterà il volume presso la Sala Tre del Cinema Massimo, prima della proiezione del film La voglia matta di Luciano Salce. Interverranno: Luca Barra (Università di Bologna), Claudio Bisoni (Università di Bologna), Giulia Carluccio (Università di Torino), Andrea Minuz (Università di Roma La Sapienza), Gabriele Rigola (Università di Torino-Università eCampus).

A fine mese, invece, riproponiamo il restauro di Band à part, trasposizione molto libera di un romanzo letto nell’economica Série noire di Gallimard. “Le Mépris era a colori, in scope, girato in Italia, e il modo migliore per cambiare direzione era pormi dei limiti. Mi sono detto: ‘Farò di Bande à part un piccolo film di serie Z come certi film americani che mi piacciono”, scrisse Jean-Luc Cinèma Godard (come lui stesso si definisce nei titoli di testa di questo film).

Luciano Salce
La voglia matta
(Italia 1962, 105’, 35mm, b/n)
Un industriale milanese quarantenne, mentre si sta recando a visitare il figlio in collegio, si imbatte in un gruppo di studenti diretti al mare. L’industriale accetta di accompagnarli e di trascorrere con loro il week-end. Messo alla berlina con una serie di scherzi, si invaghisce di una ragazzina che per qualche momento lo fa illudere di essere di nuovo ventenne.
Ven 27, h. 20.30 – Il film sarà introdotto da Gabriele Rigola, Giulia Carluccio, Luca Barra (Università di Bologna), Claudio Bisoni (Università di Bologna) e Andrea Minuz (Università Sapienza di Roma)

Jean-Luc Godard
Bande à part
(Francia 1964, 95’, DCP, b/n, v.o. sott.it.)
Arthur e Franz, seguendo una segnalazione della loro amica Odile, stanno preparando un colpo in una casa nella periferia parigina. La vittima dovrebbe essere un pensionante della zia della ragazza, che tiene nascosta in soffitta una grossa somma di denaro. Per convincere Odile a lasciarli entrare in casa, i due prendono a corteggiarla a turno, con biglietti d’amore e inviti a ballare. Ma le cose non andranno come previsto.
Ven 27, h. 18.00/Sab 28, h. 20.30/Dom 29, h. 18.00/Mar 1 maggio, h. 18.15