Tags

Condividi

We’re Back! – I corti di Miride e Zanotto

Nuovo appuntamento con il cortometraggio con la collaborazione del (Centro Nazionale del Cortometraggio)

Massimo Miride e Claudio Zanotto sono stati tra i più interessanti, impertinenti, divertenti videomaker tra gli anni Ottanta e i Novanta a Torino. I due sono avvicinabili per la condivisione di esperienze – la compagnia teatrale e l’interpretazione di ruoli nei film di Daniele Gaglianone, per esempio – e per lo spirito garibaldino di autoproduzione. Ma anche per un dato fondamentale, che forse impedirà loro l’ingresso nelle storie del cinema d’avanguardia: il rifiuto di prendersi sul serio, cosa non scontata quando si realizzano film che sono apertamente un omaggio a Andy Warhol come Culo, primo capitolo dell’omonima trilogia (assieme a Culattone e Il futuro è un buco nero), che costò a Claudio Zanotto un’interrogazione in giunta comunale da parte di esponenti della bigotteria organizzata; o Il doppiatore, straordinario racconto lunare in cui Miride si dimostra erede diretto di Gogol’. Nei corti di Miride e Zanotto c’è un universo da scoprire in una serata unica.

La proiezione sarà introdotta dagli autori con Daniele Gaglianone e Jacopo Chessa (Centro Nazionale del Cortometraggio).

Mer 25, h. 20.30 – Ingresso euro 4