XXIII edizione

L’edizione XXIII di Sottodiciotto Film Festival & Campus si svolgerà dal 15 al 19 dicembre al Cinema Massimo. Quest’anno il tema individuato è il rapporto tra centro e periferia. Quest’ultima in particolare è stata ampiamente rappresentata nel cinema contemporaneo sia come luogo di confine, abitato dagli emarginati della società urbana, ben rievocato dalle borgate pasoliniane, che come teatro di scontro in cui la prevaricazione e la povertà innescano atti di violenza estrema, come le banlieue parigine recentemente proposte da Gavras e Ladj Ly. Ideale ambientazione, per via dei suoi toni cupi, di molti noir, la periferia è anche uno spazio di crescita e di confronto. Lo dimostra il virtuoso esempio delle scuole di cinema Kourtrajmé, sorte nelle periferie francesi e con sede anche a Dakar, in cui la multiculturalità, il plurilinguismo e le diversità sono occasione di arricchimento culturale e di contaminazione sociale. Negli ultimi anni, infatti, le nuove tendenze del cinema, ma anche della musica, della letteratura e fumetto hanno sottolineato il suo essere fucina di talenti e un “serbatoio” di creatività, i cui protagonisti sono i più giovani. Il festival, con le sezioni Wikicampus, animazione e focus, intende indagare il suo rapporto con il centro, le linee di separazione e di incontro che esistono tra questi due poli, auspicando di trovare quello “sconfinamento” che aiuti a superare le barriere (anche culturali) e i confini sociali.

Si confermano anche per questa edizione la sezione sul VR, curata da Vanessa Vozzo, quella che esplora l’universo giovanile, a cura di Caterina Taricano, l’animazione a cura di Andrea Pagliardi, Wikicampus, a cura di Giulia Muggeo e Matteo Pollone, il premio Gianni Volpi e i concorsi (scuola, Off, Campus in corto, That’animato!).

sotto18 restyle logo_finale_vettoriale