Tags

Condividi

Varsavia: una città divisa

In occasione dell’anniversario della rivolta del Ghetto di Varsavia, Museo Nazionale del Cinema di Torino, Fondazione di studi storici Gaetano Salvemini, Istituto Polacco di Roma, Consolato onorario della Repubblica di Polonia in Torino e Comunità Ebraica di Torino, organizzano la proiezione del film Varsavia: una città divisa di Eric Bednarski. 

 

Logo ist. Polacco

 

Logo Varsavia

 

 

varsavia citta divisaEric Bednarski
Varsavia: una città divisa
(Polonia 2019, 70’, DCP, col., v.o. sott.it.)

Nel 1941, dopo la creazione del Ghetto di Varsavia da parte dei nazisti, un cittadino polacco, Alfons Ziółkowski, girò un video amatoriale di 10 minuti che riprendeva la realtà da entrambi i lati delle sue mura. Il ritrovamento della registrazione 8mm, rimasta per molti anni nella casa della famiglia Ziółkowski, risale al 2004. La pellicola costituisce ad oggi l’unico documento video non nazista e non propagandistico proveniente dal Ghetto di Varsavia. Eric Bednarski, nel suo documentario, intreccia le immagini di quel prezioso materiale d’archivio alle testimonianze dei sopravvissuti del ghetto e degli abitanti di Varsavia, ma anche alle interviste ad architetti e storici della città che esaminano l’agghiacciante progetto urbanistico nazista di cancellazione e ripianificazione della capitale polacca.

Lun 15, h. 20.30 – Ingresso gratuito – La proiezione del film sarà preceduta dal commento storico a cura di Zuzanna Schnepf-Kołacz (Museo della storia degli ebrei polacchi Polin di Varsavia) e Adrianna Siennicka (Direttore dell’Istituto Polacco di Roma e Primo Consigliere dell’Ambasciata della Repubblica di Polonia in Roma)..