Tags

Condividi

Il grande cinema in lingua originale

A giugno, tre nuove proposte per la rassegna dedicata ai film in lingua originale.

 

Nadine Labaki
Cafarnao – Caos e miracoli (Capharnaüm)
(Libano/Francia/Usa 2018, 123’, DCP, col., v.o. sott.it.)

Zain è un ragazzino dodicenne appartenente a una famiglia molto numerosa. Facciamo la sua conoscenza in un tribunale di Beirut, dove viene condotto in stato di detenzione per un grave reato commesso. Ma ora è lui ad aver chiamato in giudizio i genitori. L’accusa? Averlo messo al mondo.

Gio 6, h. 16.00/18.15/20.30

 

Jia Zhang-ke
I figli del fiume giallo (Ash is Purest White)
(Cina 2018, 141’, DCP, col., v.o. sott.it.)

Datong, 2001. Qiao e Bin gestiscono una bisca, finché un agguato attenta alla vita di Bin. Per salvarlo Qiao spara in aria e viene arrestata. Uscirà di prigione cinque anni dopo, ma Bin ha cambiato vita. Si è trasferito a Fengjie, ha un’altra donna e non vuole più vederla. Fino a quando avrà di nuovo bisogno di lei.

Gio 13, h. 16.00/18.30/21.00

 

Pedro Almodóvar
Dolor y Gloria
(Spagna 2019, 113’, DCP, col., v.o. sott.it.)

Atteso al prossimo Festival di Cannes, dopo aver convinto a fine marzo il pubblico spagnolo, Dolor y Gloria è il nuovo film di Pedro Almodóvar. Tornato al cinema a tre anni da Julieta, il regista spagnolo ha riunito sul set per l’occasione Penelope Cruz e Antonio Banderas nella cornice dell’amata provincia di Valencia.

Gio 20, h. 16.00/18.15/20.30