2024

Gli abbonamenti per il Cinema Massimo. (continua...)

Ecoefficientamento C...

A marzo 2022 il Museo Nazionale del Cinema ha avanzato la propria candidatura per l’avviso pubblico rep. n. 1972 del 22 dicembre 2021, pubblicato dal Ministero della Cultura, per la presentazione di proposte di intervento per la promozione dell’ecoefficienza e riduzione dei consumi energeti

conclusione lavori e...

Il 29 settembre 2023 si sono conclusi i lavori di ecoefficientamento dell’edificio del Cinema Massimo di Torino con installazione dell’impianto fotovoltaico sulla copertura e relamping LED degli ambienti della Multisala. I lavori, la cui fase operativa era iniziata nel giugno scorso, sono

Sala Uno fino al 13 dicembre

Sala Uno

La sala Uno propone questa settimana Il male non esiste di Ryusuke Hamaguchi, proposto sia in versione doppiata che in versione originale con sottotitoli. (continua...)

sala Due fino al 13 dicembre

sala Due

La sala due propone questa settimana il restauro della cineteca di Bologna di Io ti salverò di Alfred Hitchcock. (continua...)

Classici restaurati ...

Prosegue la stagione del Cinema Ritrovato al Cinema, progetto della Cineteca di Bologna che restituisce al grande schermo, in versione restaurata, i grandi classici della storia del cinema, ma anche gioielli del cinema contemporaneo che vale la pena riproporre. Questo mese il restauro di Spellb

Undici capolavori restaurati 4 – 20 dicembre

Undici capolavori restaurati

In occasione del 120° anniversario della nascita di uno dei più grandi maestri del cinema, Tucker Film – in collaborazione con Shochiku – restituisce al grande schermo undici film realizzati nel periodo 1948-1962, recentemente restaurati in digitale 4K. (continua...)

Vajont / Verdena 5, 19 dicembre

Vajont / Verdena

I documentari del mese di dicembre, assai diversi tra loro, hanno in comune la capacità di affrontare le storie narrate con uno sguardo inedito, personale e mai scontato, evitando il rischio che i protagonisti e il loro vissuto prendano il sopravvento sulle immagini. Alessandro Negrini e Francesco Fei, già autori di diversi lavori non-fiction, portano per la prima volta a Torino rispettivamente la rievocazione della tragedia del Vajont e l’emozionante percorso artistico dei Verdena. (continua...)

I film del 1973 6-13 dicembre

I film del 1973

La rassegna propone una piccola carrellata di 6 film per farci ritornare al 1973, 50 anni fa, proseguendo la ricognizione sul cinema italiano anno per anno che l’Archivio Nazionale cinematografico della Resistenza con il Museo Nazionale del Cinema da tanti anni persegue. In questa selezione, inevitabile, la presenza di Amarcord di Federico Fellini, il suo film più programmaticamente tramato sulla rievocazione nostalgica di una giovinezza perduta e di un mondo mitico. Al contrario La proprietà non è più un furto di Elio Petri ci fa piombare, attraverso una storia grottesca, in una cupa realtà, connotata da un plumbeo grigiore, che ben s

Dal muto al sonoro 6, 13, 20 dicembre

Dal muto al sonoro

Si conclude a dicembre il programma di classici che il Museo e il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Torino propongono ogni anno, legato agli insegnamenti di cinema. Un percorso a ritroso per approfondire il linguaggio cinematografico nelle diverse fasi e nei diversi tempi. Ingresso a 3 euro per gli studenti universitari. Tutti i film sono introdotti da docenti di Storia del Cinema dell’Università di Torino. (continua...)

Il grande cinema in lingua originale 7 dicembre

Il grande cinema in lingua originale

Anatomia di una caduta di Justine Triet per la rassegna dedicata alla lingua originale. (continua...)

Opera, Celebrity, Myth 8 -11 dicembre

Opera, Celebrity, Myth

In occasione del convegno internazionale Maria Callas at 100: Opera, Celebrity, Myth (17-20 dicembre - Teatro Regio di Torino), a cura di Giulia Carluccio (Università di Torino), Massimo Fusillo (Università dell'Aquila), Stefania Rimini (Università di Catania) ed Emanuele Senici (Università di Roma La Sapienza), il cinema Massimo dedica una breve rassegna al mito anche cinematografico della famosa soprano. (continua...)

Mamadou Kouassi

L'Associazione Museo Nazionale del Cinema, in occasione della Giornata mondiale dei diritti umani, conferirà a Mamadou Kouassi il 22° Premio Maria Adriana Prolo. Mamadou Kouassi è nato nel 1983 in Costa D'Avorio; nel 2001, quando stava studiando lingue all'università, è stato costretto a scappare in Ghana con la sua famiglia a causa della guerra civile. Nel 2005 con un cugino è partito per la Libia attraversando il deserto. Dopo tre anni durissimi e quaranta giorni di prigionia, si è imbarcato per Lampedusa nel 2007. In Italia ha lavorato nei campi di pomodoro pugliesi, negli aranceti di Rosarno, nelle distese di tabacco del casertano

XXIV edizione

L’edizione XXIV di Sottodiciotto Film Festival & Campus si svolgerà dal 14 al 18 dicembre al Cinema Massimo, proponendo un palinsesto di film e incontri che raccontano l’universo giovanile e le trasformazioni che lo riguardano. (continua...)

Otto modi di aspettare l’inaspettato

In tempi bui e in situazioni critiche, quando si affaccia una prospettiva confusa che genera paura, è difficile non rimanere imprigionati dall’affanno che impedisce di scorgere altro. Quando l’inaspettato si presenta si possono aprire nuovi percorsi significativi o la ripetizione di schemi difensivi e distruttivi che precludono ogni possibilità di cambiamento. La psicoanalisi si cimenta nella clinica odierna ad accogliere ed esplorare le relazioni oggettuali che favoriscono le capacità di cambiamento o la rigidità di fronte all’inatteso con cui, oggi, tutti ci confrontiamo. La rassegna, realizzata con il Centro Torinese di Psicoanal

Capolavori animati 24 dicembre – 7 gennaio

Capolavori animati

Un Natale all’insegna di un cinema intramontabile e adatto a tutte le età. I film prodotti dalla Pixar Animation Studios, riportati sul grande schermo forti della loro poesia e di storie capaci di commuovere, divertire, insegnare e far sognare. Una rassegna di otto film prodotti dalla casa di produzione fondata nella sua forma autonoma nel 1986, quando Steve Jobs la acquistò da George Lucas dedicandola interamente all’animazione digitale. Nacquero in questo contesto i cortometraggi Luxo Junior di John Lasseter, vera anima dello studio (il cui personaggio divenne successivamente il logo della stessa Pixar), Il sogno di Red del 1987 e Tin